190Giorni 22Ore 30Minuti 01Secondi

Sfida keniana con Chumba, Chemengor e Kisorio per la Treviso Marathon

24 marzo 2018

Domani start della maratona alle ore 9.30 da viale Vittorio Veneto; il sindaco Manildo corre la MoohRun

Al femminile, l’etiope Armino e la keniana Tanui saranno tallonate delle croate Vraijc, Sustic e Ilijas

Sarà una sfida tutta straniera quella per la vittoria della Treviso Marathon numero 15. Domani, domenica 25 marzo 2018, al via della maratona trevigiana a lottare per le posizioni di testa al maschile saranno i keniani Chumba, Chemengor e Kisorio. Al femminile l’etiope Armino e la keniana Tanui saranno probabilmente tallonate, almeno per la prima parte di gara, dalle croate Vraijc, Sustic e Ilijas. Dietro si lotterà per il titolo italiano master di maratona e per quello Us Acli. Una maratona che assumerà dunque le tonalità delle bandiere dei paesi esteri e del tricolore, che sventolerà per i tantissimi over 35 che lotteranno per una medaglia nazionale. Quasi 1800 gli atleti iscritti. Oggi all’Expo Run, nella Sala Merci della Camera di Commercio, in piazza Borsa a Treviso, la consegna dei pettorali ai top runner, con il loro responsabile, Migidio Bourifa.
“Domani credo vedremo una gara molto aperta, che sarà prudente nella prima metà – ha detto Bourifa – Chemungor e Chumba sono i più quotati e puntano non solo a vincere, ma a fare anche un buon tempo. Chemungor ha detto che vorrebbe fermare il cronometro attorno alle 2h10’. Quella femminile, con le africane in testa sarà una gara più regolare e con l’aiuto dei pacer vorrebbero provare un tempo attorno alle 2h30’. Domani, ad ogni modo, ci sono tutte le condizioni per fare bene, per correre veloce, grazie anche ad un bel percorso, molto affascinante nell’ultima parte”.
Al maschile, la vittoria dovrebbe essere una questione tutta keniana. Protagonista, anche per la sua storia, Gilbert Kipleting Chumba. Giovanissimo ha dovuto lasciare gli studi per provvedere al sostentamento della famiglia facendo l’idraulico. Ha scoperto la corsa tardi, nel 2009. Da allora fino al 2014 ha seguito programmi di allenamento come quelli degli atleti d’élite, senza però avere le possibilità economiche e le facilitazioni per allenarsi in altitudine e a tempo pieno. Dopo l’entrata nel team “Purosangue Project and Foundation” e un training di alto livello, Chumba vinto alla sua prima volta sulla distanza una maratona internazionale in Ruanda (maggio 2017). Lo scorso ottobre ha sfiorato il podio alla Venicemarathon, concludendo i 42,195 km in 2h16’47’’. La sfida sarà quella con Raymond Kemboi Chemungor, anche lui classe 1986, vincitore della maratona di Tolosa nel 2014 e capace di correre in 2h10’06’’ a Francoforte nel 2015 e con Hosea Kimeli Kisorio, classe 1990, nel 2017 primo a Palermo (per lui il PB di 2h17’12’’). Al via ci sarà anche Simon Rugut Kipngetich, l’ugandese che nel 2014 ha vinto la Treviso Marathon. Non è più a quei livelli, tanto che probabilmente detterà il ritmo della gara femminile. Tra gli italiani, Pasquale Roberto Rutigliano, con buoni piazzamenti in diverse maratone italiane e che domani a Treviso lotterà per il titolo master M40.
La gara femminile vedrà probabilmente le due africane, la keniana Euliter Jepchirchir, classe 1991, quinta a Firenze nel 2017 con il crono di 2h40’37’’ e l’etiope Medina Deme Armino (classe 1997), vincitrice lo scorso anno della maratona francese di Mont Sant Michel in 2h45’09’’ dettare il ritmo. Cercheranno di fare fronte comune e di tenere il loro ritmo le croate, Marija Vrajic, vincitrice della Treviso Marathon nel 2016 in 2h40’41’’ e bronzo ai mondiali dei 100 km nel 2015, Nikolina Sustic, già sul podio a Treviso e vincitrice di tre edizioni della 100 km del Passatore (dal 2015 al 2017) e Jasmina Ilijas, terza alla Treviso Marathon nel 2016 e nel 2017.
In gara anche Mauro Tomasi, habitué della maratona trevigiana che con la sua carrozzina normale monoguida percorrerà tutti i 42,195 km con l’ausilio di un solo braccio, portando avanti il motto “volendo si può arrivare”.
Accanto alla gara Fidal internazionale, ci sarà la MoohRun, la corsa ludico motoria di 3,5 km e 10 km organizzata in collaborazione con La Butto in Vacca. Allo start alle 9.45 in Borgo Mazzini tra i 2500 ci sarà anche il sindaco di Treviso, Giovanni Manildo. L’arrivo in piazzale Burchiellati.

PERCORSO MARATONA
Dopo la partenza alle ore 9.30 da Treviso, in viale Vittorio Veneto, nei pressi Palestra del Coni, i maratoneti entreranno nel territorio di Villorba, transitando nel parco della sede della Provincia, il Sant’Artemio, lambendo il museo etnografico provinciale Case Piavone, nell’area del fiume Storga. A Carbonera si toccherà Villa Tiepolo Passi, a Silea suggestivo lo scorcio sul porticciolo di Sant’Elena. A Casale sul Sile si correrà vicino al porto e alla Torre dei Carraresi. A Casier il tracciato proseguirà all’interno del Parco Naturale Regionale del Fiume Sile, con lo spettacolare passaggio nel Cimitero dei Burci. Continuando tra Alzaia e Restera, l’entrata a Treviso, attraversando il Ponte Dante, per gli ultimi due chilometri nel centro storico, con passaggio in piazza dei Signori. Infine, l’arrivo in piazzale Burchiellati.

PROGRAMMA ORARIO DI DOMANI, DOMENICA 25 MARZO 2018
Ore 9.00 – 20.00: Piazza Borsa – Expo Natura – stand enogastronomici
Ore 7.00 – 9.20: viale Vittorio Veneto: Palestra Coni – distribuzione pettorali e pacchi gara
Ore 8.00 – 9.00: piazza Matteotti – distribuzione pettorali MoohRun 4
Ore 9.20: viale Vittorio Veneto (Palestra Coni) – partenza carovana “Auto Storiche Villorba”
Ore 9.25: viale Vittorio Veneto (Palestra Coni) – partenza Hugbike
Ore 9.30: viale Vittorio Veneto (Palestra Coni) – partenza 15^ Treviso Marathon
Ore 9.45: Borgo Mazzini – partenza MoohRun 4


Treviso Marathon – Ufficio Stampa e Comunicazione
ufficiostampa@trevisomarathon.com – +39 349 5242641
Salima Barzanti