121Giorni 17Ore 02Minuti 39Secondi

Vogatori tecnici made in Italy firmati H.Robert per Treviso Marathon e Staffetta 3×14

Treviso Marathon non è solo cronometro e gara agonistica. Ma sinergia con il territorio, cultura, arte del cristallo e ricerca scientifica. A seguire il dettaglio di alcune iniziative che caratterizzeranno l’edizione 2015 della maratona trevigiana che prenderà il via da Conegliano domenica 1° marzo, per concludersi dopo 42,195 km a Treviso, in viale Burchiellati e che proporrà tanti eventi collaterali. Come la Maratona dei Cuccioli, la MoohRun, la Staffetta3x14, la parata delle Hugbike guidate dagli XI di Marca.

Il vogatore tecnico “Le terre del Prosecco” firmato da H.Robert

Sarà ancora una maratona frizzante. Come lo scorso anno. Anche nel 2015 la Treviso Marathon sarà infatti ambasciatrice di quel meraviglioso prodotto che è il Prosecco, facendo da trait d’union tra il Consorzio di tutela Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg e il Consorzio di tutela del Prosecco Doc. Il vogatore tecnico (canotta) arancione che riceveranno tutti i partecipanti alla Treviso Marathon recherà la scritta “Le terre del Prosecco – dalle colline della Docg alla terra della Doc”. A produrre i capi tecnici 100 % poliestere (per la Staffetta 3×14 in colore rosa), rigorosamente “made in Italy”, sia per materiali che lavorazione, è H. Robert, sponsor fornitore tecnico, con sede a Camalò di Povegliano. La dicitura “Le terre del Prosecco” apparirà anche sui pettorali che gli iscritti, campioni e semplici amatori, indosseranno al momento della partenza dalla Scuola Enologica di Conegliano, altro simbolo “vinicolo” di queste terre.

L’arte di Varisco per i trofei della Treviso Marathon 1.2

Sarà ancora il maestro Marco Varisco a firmare i trofei della Treviso Marathon 1.2. In cristallo inciso, faranno bella mostra nelle mani dei vincitori. La Cristalli Varisco, nota in tutto il mondo per la pregiata arte che offre in ogni singolo pezzo unico, continua così a legare il suo nome a uno degli eventi sportivi più importanti del panorama italiano. Il premio più ambito dai vincitori della maratona trevigiana sarà ancora una scultura, con colonna in cristallo e sopra un chiaro ed evidente riferimento alla simbologia della vittoria. Dalle mani di Marco, che ha sapientemente saputo tradurre in concetti moderni l’arte appresa dal nonno Marco e dal papà Italo (con il quale continua a lavorare nel laboratorio di Treviso), un nuovo entusiasmante modo di raffigurare la maratona trevigiana.

Studio di ricerca scientifica sul neurotape muscolare

Domenica 1° marzo maratoneti e staffettisti potranno usufruire dell’applicazione gratuita del neurotape. Nella palestra dell’istituto scolastico Da Collo, nei pressi della partenza (zona San Pio X), dalle 7 alle 9.30 saranno a disposizione i terapisti del TNM Institute, guidati dal dottor Franziskus Vendrame, chinesiologo professionista e posturologo coneglianese, docente del corso di specializzazione in atletica estrema e di preparazione e prestazione sportiva per l’istituto di cui è direttore l’australiano David Blow, ideatore del TNM concept col quale sono stati formati più di 13.000 terapisti negli ultimi 11 anni. Grazie alla collaborazione tra Treviso Marathon e TNM Institute  sarà possibile ripetere lo studio di ricerca incominciato lo scorso anno e volto a capire gli effetti di alcune applicazioni di taping neuromuscolare sui podisti. Nel 2014 sono state fatte applicazioni su ginocchia, caviglie e schiena allo scopo di fornire stabilità alle articolazioni stesse, migliorare la dinamica della corsa e performare la prestazione dei 60 atleti coinvolti, che in seguito hanno risposto a un questionario. Lo studio è stato presentato dallo stesso dottor Franziskus lo scorso novembre durante un convegno scientifico a Milano. Coloro che vogliono aderire al progetto di ricerca e usufruire del tape gratuitamente potranno farlo inviando una mail a officinaposturale@gmail.com entro venerdì 27 febbraio.

Una Treviso Marathon ecosostenibile

Contarina, per 32 dei 42,195 km e per tutti gli eventi collaterali a Treviso, e Savno, per la partenza a Conegliano e per 10 km del percorso, sono gli sponsor fornitori per una maratona sostenibile. Contarina, società che si occupa della gestione integrata dei rifiuti nei 50 Comuni appartenenti ai Consorzi Priula e Tv Tre, svolgerà il servizio di gestione e smaltimento rifiuti, pulizia stradale e allestimento di appositi kit ed EcoPunti a disposizione del pubblico in sei degli otto comuni coinvolti. Al motto “corriamo insieme per l’ambiente”, l’attenzione da parte di tutti – organizzatori, maratoneti, cittadini e volontari – nel differenziare correttamente i rifiuti permetterà di gestire al meglio un evento così importante, avendo sempre a cuore la tutela e la cura dell’ambiente. Savno assicurerà invece la pulizia dei percorsi di gara e l’adozione di pratiche sostenibili in partenza e nel primo tratto del percorso nei comuni di Conegliano e Santa Lucia di Piave. Sin dalle prime edizioni la società, che gestisce i servizi ambientali di 44 Comuni della provincia, supporta gli organizzatori nelle attività di raccolta differenziata e riduzione dei rifiuti, formando i volontari e collaborando ad attivare azioni anti-spreco (ad esempio, il vestiario gettato dai maratoneti che inizialmente veniva raccolto con il secco non riciclabile, oggi viene destinato al riuso).

Medaglia e buono per il Museo della Battaglia, a celebrazione del centenario della Grande Guerra

Nel Centenario della Grande Guerra non poteva mancare l’attenzione della Treviso Marathon all’evento bellico che ha fortemente caratterizzato il territorio trevigiano tra il 1915 e il 1918. Il Comune di Vittorio Veneto, in occasione della riapertura del Museo della Battaglia dopo due anni di lavori di restauro e ri-allestimento nella cinquecentesca Loggia della Comunità di Ceneda, offre agli atleti di Treviso Marathon 1.2 e ai loro accompagnatori un’occasione per scoprirne il valore storico e la sua nuova veste, moderna e multimediale. Il voucher che i maratoneti troveranno nel pacco gara (da consegnare alla biglietteria del museo) sarà valevole fino al 31 agosto 2015 per un ingresso gratuito e per l’ingresso ridotto (3 euro) per eventuali accompagnatori

Il ricordo dell’evento storico che si concretizza anche nell’ambitissima medaglia di finisher dedicata a coloro che dopo 42,195 km taglieranno il traguardo della Treviso Marathon: il “distintivo” raffigurerà infatti il Ponte sul fiume Sacro alla Patria, il Piave, in località Ponte della Priula.

Palazzo Sarcinelli a Conegliano apre nuovamente le porte ai maratoneti

Sport ma anche cultura alla Treviso Marathon 1.2. Dopo il fortunato sodalizio con Civita Tre Venezie, in accordo con il Comune di Conegliano, per la mostra “Un Cinquecento inquieto”, anche per il 2015 verrà riproposta questa collaborazione che coinvolge la sede di partenza, Conegliano. Ai partecipanti all’evento sarà infatti consegnato un buono sconto di 2 euro (valevole anche per chi ha già una riduzione) per l’ingresso alla mostra “Carpaccio. Vittore e Benedetto da Venezia all’Istria” che si terrà a Conegliano presso Palazzo Sarcinelli dal 7 marzo al 28 giugno 2015. 

Alla Treviso Marathon 1.2 si corre con la musica di Radiorun

Per l’edizione 2015 è stato siglato un accordo di  partnership con Radiorun, nuova radio online dedicata al mondo della corsa, che è così diventata “web radio ufficiale” della Treviso Marathon 1.2. Radiorun, che trasmette 24h su 24h (www.radiorun.it), è nata con l’obiettivo di raggiungere e aggregare un target molto specifico e verticale, i runners. Tutti i partecipanti alla Treviso Marathon potranno scegliere il brano rock preferito e ascoltarlo con una dedica speciale. Lo staff di Radiorun sarà inoltre presente all’Expo Run nelle giornate di venerdì 27 e sabato 28 febbraio, dove oltre a trasmettere buona musica, intervisterà maratoneti ed appassionati che passeranno dallo stand Radio Run. Infine, la musica di Radiorun accoglierà i maratoneti con emozioni e passione al traguardo.