121Giorni 17Ore 06Minuti 03Secondi

Parata di Hugbike alla Treviso Marathon 1.2

Domenica 1° marzo 2015 torna la speciale corsa delle “bici degli abbracci”

Torneranno. Più numerose. Ma sempre con lo stesso messaggio per l’autismo. Le Hugbike, le “biciclette degli abbracci” saranno in “gara” anche nella prossima Treviso Marathon 1.2 che prenderà il via da Conegliano, per concludersi, dopo 42,195 km in piazzale Burchiellati, a Treviso domenica 1° marzo 2015. Saranno una decina, probabilmente anche una quindicina. Tutte a pedalare per la solidarietà, quella portata avanti dagli XI di Marca e dalla Cooperativa sociale “Opera della Marca”, soggetto nato dalla collaborazione tra Banca della Marca, Cooperativa Il Girasole e Fondazione Oltre il Labirinto Onlus.

Dopo il successo dello scorso anno e le tante richieste pervenute, il progetto va anche oltre l’ambito dell’autismo: potranno partecipare come guidatori non solo i campioni degli XI di Marca capitanati da Marco Varisco, ma anche assistenti, psicologi, famiglie e come passeggeri bambini e ragazzi affetti da altre disabilità.

“Quello che abbiamo vissuto alla Treviso Marathon 2014 è stato davvero speciale. Ci siamo emozionati forse più dei ragazzi che abbiamo accompagnato – commenta il presidente degli IX di Marca, Marco Varisco – credo che rimarranno nei nostri cuori gli sguardi felici e senza paura dei nostri piccoli atleti. Per la nostra seconda volta alla maratona trevigiana abbiamo deciso di ampliare la presenza delle biciclette. Un altro modo per dire, ancora una volta, insieme ce la possiamo fare”.

Le Hugbike, che nella scorsa edizione hanno avuto in sella, tra gli altri, la dieci volte campionessa del mondo di pattinaggio artistico a rotelle, specialità inline, Silvia Marangoni, l’ex ciclista professionista Marzio Bruseghin e l’ex campione di basket e commentatore televisivo, Riccardo Pittis, partiranno da Conegliano prima del via ufficiale della 42,195 km Fidal internazionale.

“Lo scorso anno è stato davvero emozionante e commovente vedere i nostri bambini con i campioni sportivi Marzio Bruseghin, Silvia Marangoni, Riccardo Pittis e con Marco Varisco correre la Treviso Marathon in Hugbike – dichiara Mario Paganessi Direttore della Fondazione Oltre il Labirinto – crediamo che i valori dello sport bene si associno al mondo del volontariato e della solidarietà;sacrificio, entusiasmo, cuore e passione, per dare il meglio, sempre.
Anche quest’anno rinnoviamo la collaborazione con gli amici di “XI di Marca” e con Treviso Marathon, per dare una possibilità ai nostri ragazzi di vivere un’esperienza unica e da protagonisti, insieme alle loro famiglie e ai nostri educatori. Almeno 15  le HugBike in gara con oltre 20 ragazzi autistici e non”.

Il comitato organizzatore della maratona trevigiana che si prefigge di promuovere il territorio trevigiano nei suoi molti aspetti e quindi anche nella solidarietà, non ha potuto far altro che abbracciare per il secondo anno l’iniziativa solidale delle Hugbike.

“Continuiamo sulla strada della solidarietà, che quest’anno con la Treviso Marathon 1.2 si è decisamente ampliata – riferisce il presidente del comitato organizzatore della Treviso Marathon 1.1, Lodovico Giustiniani – l’anno scorso abbiamo sposato l’iniziativa per la prima volta, quest’anno la riproponiamo con rinnovato entusiasmo. Perché oltre ad essere campioni del cronometro, è importante essere campioni nella vita. E per farlo serve darsi una mano. Fare squadra è la mossa vincente”.

Per il momento non sono stati svelati i campioni e gli imprenditori che saliranno in bicicletta, ma il presidente Varisco, come sempre, chiamerà a raccolta tante personalità che uniscono alla fama la generosità. Anche questo è Treviso Marathon 1.2.