103Giorni 16Ore 51Minuti 11Secondi

“Lezioni di futuro” sabato 18 novembre all’auditorium Prealpi di Tarzo (TV)

Sul palco i grandi dell’atletica Panetta, Lambruschini, Arese, Ortis e Gigliotti e il rugbista Zanusso

Ad accogliere tutti Stefano Zocca, Amministratore Delegato di Silca SpA, promotrice dell’evento

“Lezioni di futuro”: questo il titolo dell’incontro con i grandi dello sport organizzato da Silca SpA per sabato 18 novembre, dalle ore 16, all’auditorium Prealpi di Tarzo (TV). Sul palco saliranno i campioni che hanno fatto la storia dell’Atletica, da Franco Arese a Venanzio Ortis, da Francesco Panetta ad Alessandro Lambruschini accompagnati dal coach Luciano Gigliotti. Dal glorioso passato al promettente presente, con il rugbista azzurro Matteo Zanusso.
L’evento, a ingresso libero, inizialmente pensato per gli atleti delle società Silca Ultralite Vittorio Veneto e Atletica Silca Conegliano è stato aperto al pubblico. Ad accogliere tutti, Stefano Zocca, Amministratore Delegato di Silca SpA, con i Presidenti delle società sportive Silca Aldo Zanetti e Francesco Piccin.
Ben quattro dei sei testimonial sono entrati a far parte della “Hall of Fame” dell’Atletica Italiana, Panetta per il titolo mondiale ed europeo, Arese, Lambruschini, Ortis per l’alloro continentale. Fanno parte di un movimento che tra gli anni ’70 e gli anni ’90 ha sfornato forse i migliori atleti di sempre. Quelli che, spesso con la testa bassa e senza tanti clamori delle cronache, portavano a casa il risultato. Quello che in termini concreti si tramutava in medaglia, ma che in termini quotidiani era fatto di lavoro e fatica (come Ortis e Arese, abituati a macinare chilometri e chilometri e ancora chilometri in allenamento). Quella fatica che spesso oggi fa “paura” e che ieri invece era un valore forte, da seguire e inseguire. Hanno raccolto risultati importanti e, hanno letteralmente dato una mano ai compagni, come Panetta che ha aiutato Lambruschini, caduto dopo un ostacolo, a rialzarsi e conquistare la medaglia d’oro continentale nei 3000 siepi a Helsinki nel 1996. Un gesto di fair play che anche chi non c’era conosce. C’è chi si è re-inventato, come lo stesso Lambruschini, passato dalla pista al duathlon e come Arese, che ha saputo trasformare la sua esperienza sul campo nel suo ruolo di dirigente, ora chairman di Karhu International. Se i campioni dell’atletica potranno portare in dote agli spettatori le vicende di carriere infinite, Zanusso racconterà l’esperienza della nazionale, quella palla ovale passata dalle mete venete a quelle internazionali.
A fare da “papà” a tutti, il grande saggio, Luciano Gigliotti, allenatore di tanti azzurri saliti su podi continentali, mondiali e olimpici, pronto a svelare gli ingredienti “magici” per essere campioni di ieri, di oggi e di domani. Non solo nello sport ma anche nella vita.
“Ogni incontro con i nostri atleti e con il mondo dello sport mi riconferma l’importanza di valori quali l’impegno, la fatica, la squadra – commenta Stefano Zocca, Amministratore Delegato di Silca SpA – E il valore della voglia di vincere. E la voglia di vincere secondo le regole con voglia di osare sempre, è l’attitudine che credo vada oggi coltivata e supportata sempre nel lavoro, e soprattutto, nella vita.”


Treviso Marathon – Ufficio Stampa e Comunicazione
ufficiostampa@trevisomarathon.com – +39 349 5242641
Salima Barzanti