255Giorni 21Ore 38Minuti 34Secondi

Hugbike colorate d’azzurro con Marzio Bruseghin e Marco Mordente

19 marzo 2018

Con XI di Marco e Oltre il Labirinto, famiglie da tutt’Italia e due anche dall’estero

Sulle “bici degli abbracci” insieme ai bimbi con autismo i campioni di ciclismo e di basket

Cast d’eccezione per le Hugbike che apriranno la Treviso Marathon di domenica 25 marzo. Insieme al campione olimpico, il ginnasta, Igor Cassina, la “squadra” degli XI di Marca si arricchisce di altri due sportivi che hanno segnato la storia dello sport italiano. Marzio Bruseghin, già ciclista professionista dal 1997 e dal 2012 e nazionale 7 volte ai mondiali, è uno degli sportivi più affezionati alle “bici degli abbracci”, avendo guidato il prototipo alla prima uscita ufficiale proprio alla Treviso Marathon 1.1 del 2014. Un appuntamento imperdibile in una bici davvero speciale, per lui che ha macinato chilometri e chilometri in giro per tutto il mondo. Riconosciuto come uno dei gregari più “bravi” del panorama internazionale, anche alla quindicesima edizione della maratona trevigiana Marzio, vittoriese di Piadera, pedalerà per gli altri. In questo caso per i bambini e ragazzi con autismo e con altre disabilità. In una delle altre Hugbike ci sarà anche Marco Mordente, il già capitano della nazionale italiana di pallacanestro, da sempre impegnato nel mondo del volontariato, dedicato in particolare ai bambini.
Ancora una volta dunque il maestro del vetro Marco Varisco, capitano degli IX di Marca, è riuscito a chiamare a raccolta personaggi importanti e noti del territorio per un grande momento di solidarietà, reso possibile grazie alla collaborazione con Maratona di Treviso e Fondazione Oltre il Labirinto Onlus, presieduta da Alberto Cais e diretta da Mario Paganessi. “Ringrazio come sempre i miei amici che sono sempre pronti a scendere in campo per la solidarietà – commenta Marco Varisco – quella di quest’anno sarà un’edizione speciale, con emozioni grandissime per i ragazzi e per gli accompagnatori. Avere la possibilità di vivere 42,195 km in un lungo abbraccio è un dono più per noi che per i ragazzi”.
La partecipazione sarà significativa non solo sul fronte degli accompagnatori, ma anche delle famiglie con ragazzi con autismo che arriveranno da tutto lo Stivale ma anche da fuori Italia: due equipaggi porteranno infatti bandiera estera. Nell’arco di cinque anni sono state prodotte, con anche l’intervento di ragazzi con autismo coinvolti nel processo produttivo, oltre 200 Hugbike. La prima è stata donata a Papa Francesco, il 2 aprile 2014.

Treviso Marathon – Ufficio Stampa e Comunicazione
ufficiostampa@trevisomarathon.com – +39 349 5242641
Salima Barzanti