121Giorni 17Ore 01Minuti 37Secondi

Comunicato Stampa 3 febbraio 2014

La Treviso Marathon 1.1 diventa la maratona del Prosecco e vola con Aertre

Le Terre del Prosecco, dalle colline della Docg alla terra della Doc. Insieme, da Valdobbiadene a Conegliano a Treviso, superando il Piave, per la Treviso Marathon 1.1 . È questo l’originale progetto che mette insieme il Consorzio di tutela Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg e il Consorzio di tutela del Prosecco Doc. Un’operazione che si inserisce perfettamente nella mission del nuovo comitato organizzatore guidato dal presidente Lodovico Giustiniani, ovvero quello di tematizzare, in una sorta di “denominazione di origine controllata”, l’evento podistico più importante della provincia di Treviso, ma, allo stesso tempo, di renderlo internazionale. E chi meglio del Prosecco è ambasciatore della Marca Trevigiana nel mondo? Ma non finisce qui: accanto a Treviso Marathon e ai Consorzi, c’è anche Aertre, la società che gestisce l’aeroporto Canova di Treviso. Sarà infatti attivo un importante gemellaggio con le maratone “amiche” di Treviso (le prime ad aver siglato l’accordo sono state quella francese di Mont Saint- Michel e quella polacca di Wroclaw), collegate con voli diretti dallo scalo trevigiano. Grazie a una struttura all’avanguardia e ben collegata come il Canova nasce l’opportunità di una promozione all’estero, in quelle piazze nelle quali la maratona ha trovato nuovi amici e nuove collaborazioni, proficue per tutto l’indotto e l’economia del territorio. La presentazione questa mattina all’Aeroporto di Treviso, alla presenza, tra gli altri, di Gianni Garatti, presidente di Aertre, Lodovico Giustiniani, presidente del comitato organizzatore di Treviso Marathon, Innocente Nardi, presidente del Consorzio di tutela Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg e di Fulvio Brunetta, vicepresidente del Consorzio di tutela del Prosecco Doc. 

“La maratona è una delle principali attività in ambito sportivo per la provincia – afferma Gianni Garatti, presidente di Aertre – principale anche per le sue caratteristiche turistiche. Apprezziamo davvero molto la partnership con i due Consorzi del Prosecco, uno dei nostri prodotti simbolo. Come Aertre fare questi tipi di gemellaggi sportivi fuori confine, ci permette di essere sempre più riconoscibili in ambito internazionale. L’aeroporto Canova consente a tutto l’apparato trevigiano di essere “a portata di mano” e grazie a collaborazioni come queste, di fare sistema per avere ancora più appeal a livello turistico. Il turista chiede e si aspetta unicità e insieme territorio, trasporti, turismo, alberghi, ristorazione, prodotti tipici, sport sono più efficaci in termini di offerta”. 

Grazie al patto tra i due Consorzi del Prosecco, la maglietta simbolo della Treviso Marathon 1.1 recherà infatti la scritta “Le terre del Prosecco – dalle colline della Docg alla terra della Doc”, con stilizzate le colline di Valdobbiadene a scendere fino a Conegliano, a ridosso del Piave nei suoi forti colori azzurri, e la pianura trevigiana, fino a Treviso. Una “piantina” come un’altimetria del vino spumante che sarà protagonista della maratona trevigiana di domenica 2 marzo 2014. Una rappresentazione grafica che si coniuga alla perfezione con la dinamicità dell’evento Treviso Marathon ed è esplicativa del concetto delle Terre del Prosecco.

“Siamo molto soddisfatti di questo accordo con i due Consorzi del Prosecco – afferma il presidente del comitato organizzatore di Treviso Marathon 1.1, Lodovico Giustiniani – crediamo fortemente nella bontà e nell’opportunità di fare sinergia con le eccellenze del nostro territorio per far crescere la Treviso Marathon come evento di attrattiva sportiva, turistica (anche culturale, pensiamo ad esempio alla sinergia con la mostra “Cinquecento inquieto” a Palazzo Sarcinelli a Conegliano) ed enogastronomica. Il poter avere affianco a noi due eccellenze, come i Consorzi, e il loro prodotto, il Prosecco Docg e Doc, è un’occasione in più per affermare, concretamente, che la maratona trevigiana è la maratona di tutto il territorio, a partire dai suoi “simboli” più conosciuti e apprezzati, in Italia e nel mondo. Anche se la maratona è “individuale”, con la Staffetta 3×14 abbiamo voluto “simbolizzare” come i grandi traguardi si possono raggiungere anche facendo squadra”.

Squadra è appunto quella composta da Innocente Nardi e Stefano Zanette, presidenti rispettivamente dei Consorzi Docg e Doc. Oltre che sulla maglietta, il “trofeo” numero 1 di ogni maratona, la dicitura “Le terre del Prosecco” apparirà anche sui pettorali che i maratoneti “spilleranno” sulla propria casacca, prima del via della gara, domenica 2 marzo, alle 10 da Conegliano. E, guarda caso, proprio a pochissima distanza da quell’istituto superiore, la Scuola Enologica Cerletti, altro simbolo “vinicolo” di queste terre. I due Consorzi saranno presenti anche negli eventi collaterali della Treviso Marathon 1.1 , con due stand informativi all’Expo Natura, il “polo fieristico” che animerà cinque piazze del capoluogo a partire da venerdì 28 febbraio. 

“Sosteniamo questa iniziativa con lo spirito di dare un apporto a una manifestazione sportiva particolarmente apprezzata – afferma il presidente Nardi – e che mette in risalto l’area Conegliano/Valdobbiadene come luogo di partenza dove i produttori stanno valorizzando la produzione del Prosecco Docg. Una manifestazione internazionale come è il nostro prodotto, che arriva in 80 paesi del mondo, come un vero e proprio ambasciatore”. “Come consorzio sosteniamo diverse attività sportive, siamo presenti nel Campionato Mondiale Superbike e nel mondo della pallavolo con la Prosecco Doc Imoco Volley – aggiunge il presidente Zanette – ci sembrava doveroso sostenere anche questa maratona che si svolge nel cuore della nostra denominazione, intervento che rientra appieno nella nostra visione di promozione e di valorizzazione del territorio di produzione del Prosecco DOC, nei suoi vari aspetti”.