121Giorni 17Ore 02Minuti 32Secondi

Attesi oltre 5000 partecipanti alla Treviso Marathon 1.3 di domenica 6 marzo

Oltre alla 3X14, la prima Treviso Half Marathon, la Maratona dei Cuccioli e la MoohRun

Da venerdì 4 marzo Conegliano capitale del running; non mancheranno solidarietà e cultura

 È partito il countdown per la Treviso Marathon 1.3. A 12 giorni dall’evento podistico che prenderà il via da corso Mazzini, a Conegliano, e arriverà, per la prima volta, sempre a Conegliano, in corso Vittorio Emanuele II, oggi la presentazione ufficiale nella sala del Consiglio della Provincia di Treviso. Tanta l’attesa per la maratona trevigiana che anche quest’anno, come da un paio d’anni, ha abituato gli appassionati ad alcune piacevoli novità. Oltre al percorso, nuovo, questa edizione sarà anche quella della prima Treviso Half Marathon. Non mancheranno però le riconferme, come la Staffetta 3X14, la seconda Maratona dei Cuccioli e la MoohRun 2. E poi ancora tanta solidarietà, con le HugBike, il progetto Lele 100 for Bebe e l’impegno concreto nel devolvere importanti somme per le associazioni del territorio. Alla regia della grande manifestazione podistica il comitato organizzatore, guidato dal presidente Lodovico Giustiniani.

 

CONEGLIANO-CONEGLIANO

Il nuovo percorso, di classe A Iaaf, ha come partenza (alla ore 9.45) corso Mazzini, di fronte all’entrata di Corte delle Rose. Dopo aver attraversato una parte del centro di Conegliano, in direzione ovest, i maratoneti correranno nei comuni di Susegana, Santa Lucia di Piave, Mareno di Piave e San Vendemiano, prima del ritorno a Conegliano, con il tratto finale nel bellissimo centro storico (Contrada Granda), prima del rush finale dalla Fontana di Nettuno (o dei Cavalli) fino al traguardo posto poco prima della chiesa di San Rocco. Si tratta di un percorso suggestivo, che offrirà ai maratoneti, scorci paesaggistici bellissimi (basti pensare al castello di San Salvatore che i podisti incontreranno appena superato il centro di Susegana, ad esempio) e architettonici e storici importanti (dalla scuola enologica Cerletti a Villa Corner Campana, dalla “Cittadella” alla “Pista del Sale”, dalla Chiesa dei Santi Lorenzo e Marco di Soffratta a Villa Lippomano fino al cuore storico della Città del Cima). Questa Treviso Marathon 1.3 si caratterizza dunque per l’alto profilo non solo paesaggistico ma anche architettonico e storico, proponendo un percorso veloce, con altimetria quasi piatta, ma che regalerà a chi la correrà una visione suggestiva di questa parte della provincia di Treviso.

 

TREVISO HALF MARATHON

Per la prima volta accanto ai partecipanti della Treviso Marathon ci saranno anche i partecipanti della Treviso Half Marathon. Da anni richiesta da coloro che volevano partecipare al grande evento trevigiano ma magari non erano nelle condizioni fisiche o di preparazione adatte, domenica 6  marzo i podisti potranno cimentarsi anche nella 21,097 km (partenza e arrivo saranno gli stessi della maratona; il percorso, anche in questo caso, piatto e veloce).

Dopo la partenza, fissata alle ore 10.10, i partecipanti attraverseranno i comuni di Santa Lucia di Piave, Mareno di Piave, San Vendemiano, prima del ritorno a Conegliano, percorrendo 16 chilometri dentro il percorso della Treviso Marathon e 5 al di fuori.

 

UNA MARATONA PER TUTTI

Oltre alla maratona, che anche quest’anno sarà valida come Campionato Italiano Us Acli di maratona e alla mezza maratona, alle 9.55 da corso Mazzini ci sarà lo start della Staffetta 3X14, non competitiva che permette di correre i 42,195 km della maratona, ma dividendoli per tre. I cambi avverranno alla Casa Divina Provvidenza di S. Lucia e alla Chiesa di Soffratta di Mareno.

Dopo il successo della prima edizione, torna la MoohRun 2, manifestazione organizzata in collaborazione con La Butto in Vacca Running Friends. Domenica 6 marzo 2016 alle 10.15 i “muccati” partiranno da San Vendemiano, di fronte al municipio di via De Gasperi (stessa partenza della Corri in rosa) per arrivare poi in Corso Vittorio Emanuele II, a Conegliano dopo 9 chilometri.

Tornerà anche la seconda Maratona dei Cuccioli, passeggiata di 2 chilometri con partenza in piazza Cima alle 10.30, organizzata in collaborazione il Gruppo Alcuni. A dare il via e ad accogliere genitori e figli, alunni e insegnanti, nonni, zii, amici sotto il traguardo della maratona, le mascotte dei Cuccioli, personaggi dei cartoni animati ideati dal Gruppo Alcuni in onda sui canali Rai e in oltre 100 Paesi del mondo.

 

EXPO RUN ED EXPO NATURA

Da venerdì 4 a domenica 6 marzo piazzale San Martino, viale Carducci, corso Mazzini e corso Vittorio Emanuele II sono pronti ad accogliere gli stand degli espositori tecnici e delle eccellenze agroalimentari e non solo. Anche quest’anno la Treviso Marathon è pronta a offrire a partecipanti, accompagnatori, spettatori e visitatori un piccolo compendio dell’Italia.

Il primo ad aprire, venerdì 4 marzo alle 12 nella struttura che verrà collocata in piazzale San Martino sarà l’Expo Run, esposizione con stand tecnici e promozionali di varie maratone e corse italiane e straniere, oltre ad enti vari. L’Expo Run sarà aperto venerdì fino alle 20 e sabato dalle 10 alle 20.

Da venerdì pomeriggio, attorno alle 17 (fino alle 20), sabato dalle 10 alle 20 e domenica 6 marzo dalle 8.30 alle 18.30 ci sarà invece l’Expo Natura, con una trentina di operatori commerciali suddivisi tra enogastronomia, con specialità DOP, IGT e IGP provenienti dalle varie regioni d’Italia, artigianato esclusivamente italiano proveniente da piccole realtà territoriali e una zona dedicata interamente allo Street Food.

 

ATLETI

Per domenica 6 marzo 2016 si attendono a Conegliano oltre 5.000 partecipanti alle varie manifestazioni targate Maratona di Treviso. A iscrizioni ancora aperte, ci sono oltre 1.300 partecipanti alla Treviso Marathon, oltre 1000 alla prima Treviso Half Marathon, oltre 1800 alla MoohRun 2 e un centinaio di staffette per la 3X14. Prevista la partecipazione di un migliaio di piccoli podisti accompagnati dai genitori per la seconda Maratona dei Cuccioli.

Tra gli atleti che si contenderanno la vittoria nella 42,195 km sicuramente un nutrito numero di stranieri. Tra i favoriti per la vittoria, dopo il secondo posto del 2015 e il terzo del 2014 e del 2015, ci saranno il marocchino Lahcen Mokraji, classe 1979, che vanta un personal best di 2h12’39” sulla distanza risalente al 2011 e l’eritreo Hamid Mohammendnur, sul terzo gradino del podio lo scorso anno in 2h21’05’’. Vogliono avere un ruolo importante i connazionali Samuel Goitom Hadgu, 33enne che in Italia ha già corso nel 2008 (Maratona di Ferrara, secondo in 2h18′) e ha un PB di 2h13’05” e Yohannes Gebrekidan che ha un PB di 2h16’56” ottenuto in Cina a novembre. Tra gli italiani da segnalare la partecipazione di Giovanni Gualdi, italiano che vanta un personal best di 2h13’55” siglato a Berlino nel 2012. Nel suo 2015 il terzo posto nella maratona di Padova in 2h16’15”.  Al via anche l’altoatesino Georg Brunner.

A livello femminile, interessante la sfida straniera. L’atleta accreditata con il miglior tempo è Sarah Kerubo, keniana che lo scorso anno ha vinto l’Unesco Marathon in 2h37’25”. Arriva dall’Ungheria Andrea Szederkenyi-Takacs, 34enne da 2h44’20”, mentre dalla Croazia arrivano Marija Vrajcic, classe 1976, con PB di 2h48’19” (quarta lo scorso anno a Treviso), Barbara Belusic, classe 1981, con 2h50’51” e Nikolina Sustic, classe 1987, con personale di 2h52’05” (nel 2015 la vittoria nella 100 km del Passatore in 7h41′). Ci sarà anche la campionessa italiana master (F40) del 2014, Lorenza Banchetti, che vanta un personale di 2h57’25” (Berlino 2014).

Per quanto riguarda la prima Treviso Half Marathon i favoriti sono al momento i marocchini Jaouad Zain e Hanane Janat. Il primo corre la mezza in 1h03’21” e la seconda in 1h12’10”. Al femminile, in gara anche la sorella gemella di Nikolina Sustic, Natasa, che pratica canottaggio e ogni tanto si dedica alla corsa (nella mezza maratona di Giulietta e Romeo ha corso in 1h25”). Arriva invece dal mondo del triathlon, una delle italiane al via. Si tratta di Sara Papais, lo scorso anno quarta ai campionati europei under 23 e nella tappa di Coppa Europa a Melilla, bronzo tricolore nel triathlon olimpico e nel duathlon sprint sempre under 23.

Migidio Bourifa, responsabile dei top runner, è poi in attesa di definire la partecipazione di alcuni atleti africani.

Parla straniero anche la gara delle carrozzine olimpiche, di altissimo livello. A solcare le strade di Marca, per conquistare la convocazione per le paralimpiadi brasiliane, saranno infatti cinque atleti stranieri che puntano alla rassegna a cinque cerchi. Si tratta degli spagnoli Rafael Botello Jimenez, già tre volte re di Treviso, Gustavo Molina Martinez ed Eva Maria Moral Pedrero, il norvegese Oivind Sletten e l’irlandese Patrick Monahan.

Proprio la partecipazione degli stranieri, rappresenta un trend importante per la manifestazione trevigiana. Nell’arco di tre edizioni, dal 2014, i rappresentanti degli altri paesi sono già raddoppiati. Un segnale importante, che premia l’intendo del comitato organizzatore, di fare promozione anche all’estero, promuovendo un evento sportivo ma anche il suo territorio e le sue eccellenze.

Anche quest’anno la Treviso Marathon 1.3 sarà trasmessa in differita sul canale Raisport.

 

COMITATO ORGANIZZATORE

Il comitato organizzatore della Treviso Marathon 1.3 è guidato dal presidente Lodovico Giustiniani, amministratore dell’azienda agricola Borgoluce, presidente di Confagricoltura Treviso e dell’Associazione Veneta Allevatori. Accanto a Giustiniani, fanno parte del comitato organizzatore Pio Bonato (ingegnere, socio fondatore dell’associazione Cantine senza barriere, presidente dello Sci Club Ponte di Piave, membro del direttivo della Nuova Atletica 3 Comuni), Federico Capraro (imprenditore del settore turistico e presidente provinciale Federalberghi), Roberto Contento (vicepresidente nazionale della Federazione Italiana Triathlon e con importanti ruoli in enti e federazioni sportive a livello nazionale), Roberto Girotto (negli ultimi 4 anni responsabile dell’Expo Run della Treviso Marathon), Francesco Piccin (presidente di Atletica Silca Conegliano) e Aldo Zanetti (presidente di Silca Ultralite Vittorio Veneto, presidente del Comitato Veneto della Fitri).