250Giorni 17Ore 36Minuti 10Secondi

Il ritorno del keniano Gilbert Chumba per il bis alla Treviso Marathon

14 marzo 2019

L’ex idraulico dopo la vittoria 2018 ha aperto una piccola “azienda agricola” in Africa

Sfida “fraterna” con il compagno di allenamento Moses Mengich

L’anno scorso ha commosso il pubblico di Treviso con la sua storia di ex idraulico proveniente dall’Africa più povera. Lo ha fatto esaltare con la sua vittoria. E l’ha poi conquistato dando alla sua “nuova” mucca da latte il nome della città. Lui è Gilbert Chumba, il vincitore della 15^ Treviso Marathon. Il keniano sarà al via anche dell’edizione 2019 di domenica 31 marzo e punterà a fare il bis. Nel suo progetto dovrà però vedersela con il suo compagno di allenamento Moses Mengich: entrambi sono diventati atleti grazie al “Purosangue Project and Foundation” di Nico Pannevis e Max Monteforte.
Anche quella di Moses è una storia di povertà: in giovane età è stato costretto a lasciare la scuola e a iniziare a lavorare come assistente in un “negozio di scarpe” per dare una mano alla sua famiglia. Il DNA è però quello della corsa: il fratello maggiore Simon Kamama Mukun nel 2010 ha vinto la Venicemarathon con il crono di 2h09’35’’. Nel 2015 Moses ha voluto provare a seguire le orme del fratello ed è così entrato a far parte del Purosangue Project, iniziando ad allenarsi con il team a Iten. Negli ultimi anni la carriera del 25enne è stata condizionata da costanti problemi a un tendine di un ginocchio. Nell’ultimo periodo si è allenato duramente e punta a fare bene. Vanta alcune affermazioni e podi in maratone internazionali (Nairobi nel 2016, Tanzania nel 2017). In Italia è stato quarto a Firenze nel 2018, ottavo a Milano con 2h14’04’’ e secondo a Torino nel novembre dello scorso anno.
Il trentaduenne Chumba, un passato difficile e anni a fare l’idraulico per dare da mangiare alla famiglia, dopo la vittoria alla Treviso Marathon 2018 (2h12’19’’), ha conquistato un bellissimo secondo posto alla Venicemarathon dello scorso anno (oltre al quarto nel 2017). Nel mentre, rientrato in Kenia, oltre ad allenarsi, gestisce una piccola “azienda agricola”, dove “risiede” anche la mucca da latte dal nome Treviso comprata appunto grazie al montepremi della maratona trevigiana.
Chumba e Moses si allenano insieme, si conoscono molto bene. Da febbraio però non fanno più uscite “lunghe” insieme. La sfida alla Treviso Marathon è stata presa molto sul serio.
“Chumba e Mengich sono due atleti molto validi, che sicuramente si sfideranno fino all’ultima goccia di sudore – commenta Migidio Bourifa, responsabile dei top runner – quello di quest’anno è un nuovo percorso, in parte da testare. L’intenzione è quella di gestire la prima metà della gara, per poi spingere nella seconda. Il percorso lo consente, vedremo chi ne ha di più. Per quanto riguarda la gara femminile, siamo in attesa delle ultime conferme”.
Non resta che aspettare la Treviso Marathon. Appuntamento domenica 31 marzo, alle ore 9.30, in via VI Novembre, area Prato Fiera.